Montaggio di una grondaia a cassetta sul tetto di una veranda

Spesso e volentieri la copertura di una veranda è costituita da un pannello ondulato o costolato. Per poter deviare l'acqua piovana, per esempio ai fini di una sua raccolta per l'irrigazione del giardino, è assolutamente necessario provvedere al montaggio di una grondaia. Nelle foto seguenti è raffigurata la procedura di montaggio di una grondaia a cassetta Marley in plastica su un tetto costituito da un pannello ondulato.

La grondaia a cassetta può essere fissata senza alcun problema su pannelli ondulati o costolati a doppia parete grazie ad appositi supporti. Per prima cosa procedere ad ancorare il sostegno per la grondaia in plastica al supporto del pannello ondulato o costolato. Successivamente spingere la parte sopra sul pannello ondulato e quindi avvitarla saldamente allo stesso.

Provvedere ora a orientare correttamente il primo sostegno in plastica della grondaia, per accoppiarlo al pannello ondulato:

il bordo anteriore del pannello ondulato deve inserirsi per ⅓ nella grondaia. Onde garantire il deflusso corretto dell'acqua piovana, i sostegni della grondaia sono montati su 10 m con dislivelli di 2 - 3 cm.

Fissare una doppia corda per marcatura sul punto più alto e quindi su quello più basso del sostegno grondaia e tenderla dal primo fino all'ultimo dei sostegni della grondaia.

La distanza tra i sostegni della grondaia dovrebbe raggiungere al massimo i 50 cm.

Le colle speciali e i detergenti specifici Marley sono appositamente pensati per la particolare struttura dei materiali plastici con cui sono realizzate le grondaie Marley e sono quindi in grado di garantire giunti a tenuta stagna e durevoli nel tempo.

Prima di procedere a fissare i pezzi terminali, pulirli con cura e cospargerli con uno strato sottile di colla speciale Marley.

I pezzi terminali possono essere utilizzati all'estremità destra o sinistra.

Inserire ora i manicotti di raccordo per lo scarico, scegliendo la posizione in cui collocare lo scarico stesso e marcandola con dei segni sulla struttura.

Per praticare il foro in cui inserire lo scarico si consiglia di procedere con una lama per traforo.

Ogni qual volta si procede a segare dei pezzi, è bene ricordare che gli spigoli vivi debbono successivamente essere smussati con cura prima di essere incollati.

Pulire e sgrassare con l'apposito detergente Marley per grondaie i bocchettoni della grondaia e la superficie di questa ultima corrispondente all'area di incollaggio. Posare quindi la colla e fissare i bocchettoni.

La grondaia deve poi essere tagliata con un seghetto a dentatura fine per adattarla in lunghezza.

Consiglio: l'utilizzo di una guida per taglio o per taglio obliquo agevola l'operazione e permette di praticare tagli rettilinei.

Smussare con cura le estremità tagliate della grondaia.

I pezzi della grondaia vengono ora agganciati al supporto in plastica.

Per il giunto tra 2 estremità della grondaia, utilizzare la conchiglia di collegamento. Cospargere di colla le parti interne della conchiglia di collegamento e inserirvi le estremità della grondaia, spingendole.

Per essere certi di aver montato correttamente la struttura, controllare la pendenza con una livella a bolla.

Inserire ora un pezzo a gomito nei bocchettoni per effettuare il giunto tra la grondaia e il canale. Misurare la distanza dal pezzo a gomito opposto. A tal fine tenere sempre in debito conto anche la profondità di penetrazione di 4 cm del pezzo e la distanza dalla parete del fabbricato.

In presenza di tetti con sporgenze ridotte, è necessario utilizzare 2 pezzi a gomito da collegare direttamente tramite giunto articolato.

Per segare i canali della grondaia procedere come per questa ultima con un seghetto a dentatura fine.

Consiglio: l'utilizzo di una guida per taglio o per taglio obliquo consente di tagliare più agevolmente in linea retta. Smussare con cura le estremità già tagliate del canale di grondaia: questa operazione permette di incrementare considerevolmente la capacità di raccolta, soprattutto nel caso in cui si intenda procedere al montaggio di un collettore di acqua piovana Marley.

Il fissaggio dei tubi avviene tramite fascette stringitubo da avvitare saldamente ai montanti della veranda. A tal fine si distingue tra "fascette rigide" e "fascette mobili".

Le "fascette rigide" permettono di fissare il canale di grondaia all'estremità superiore. A tal scopo la vite dell’anello viene fissata lateralmente sulle linguette. Il canale di grondaia può così essere saldamente ancorato in questo punto. Distanza tra le fascette: da 2,00 a 2,50 m.

Le "fascette mobili" vengono utilizzate per ancorare il canale di grondaia nella parte centrale e in quella terminale inferiore della struttura. In questo caso la vite dell’anello viene inserita tra le linguette. Il tubo è così libero di assestarsi nella fascetta per adeguarsi a eventuali dilatazioni in lunghezza dovute a sbalzi di temperatura.

La deviazione e quindi la raccolta dell'acqua piovana possono essere strutturate tramite inserimento di una valvola di scarico dell'acqua nel canale di grondaia.

Detta deviazione può essere effettuata anche tramite un doccione da inserire direttamente sui manicotti di raccordo per lo scarico.

  • La grondaia completa il tetto in maniera piacevole e consente un deflusso sicuro dell'acqua. In tal modo è possibile raccogliere l'acqua piovana e riutilizzarla per l'irrigazione del giardino.

    E ora che piova pure!


    Sie möchten diese Information mit anderen teilen?

    Marley Deutschland

    Ich möchte diese Informationen über einen Social Network- oder einen Bookmark-Dienst teilen: